La Phoenix sugli scudi al Rally del Tirreno
By Peppe Natoli On 9 Ago, 2016 At 09:53 AM | Categorized As Comunicati | With 0 Comments

DSC_1797-2La scuderia messinese al Rally del Tirreno raccoglie risultati di rilievo grazie ai suoi 12 alfieri.

La Scuderia Phoenix lo scorso fine settimana ha partecipato con ben 12 alfieri al Rally del Tirreno, gara valida per la Coppa Italia 3ª Zona, il Campionato Regionale (Ceoff. 1,5), il Trofeo Rally Sicilia (Coeff. 2), oltre al Campionato Siciliano Under 25, Peugeot Competition Regionale (Coeff. 1,5) e Trofeo Renault Clio R3 ed R3T.
Le strade a ridosso dei Monti Peloritani hanno offerto il palcoscenico giusto per far ben figurare i portacolori Giuseppe Nucita e Nico Salvo, che hanno vinto cinque prove speciali su nove con la loro Peugeot 207 Super 2000.
Il driver santateresino ed il copilota messinese hanno dominato il primo giro di prove fino alla quarta prova speciale, quando sono stati rallentati da una foratura all’anteriore destro perdendo oltre 28 secondi.
Per Nucita, una piazza d’onore finale che di certo sta stretta ma che comunque gratifica tutto il team.

“Una bella gara dove il calore del pubblico da una marcia in più – così Nucita ha ringraziato i presenti al traguardo – Una vettura perfetta che ci ha permesso di rimontare anche dopo i danni seguiti alla foratura”

Gara da incorniciare per lo slalomista messinese Mimmo Gangemi, navigato da Loredana Ordile su Peugeot 106, settimo assoluto e primo nella difficile classe A6 nella sua seconda gara di rally.
Nella stessa classe, su auto gemella, Marco Toscano e Cristian La Torre hanno occupato il gradino più basso del podio, chiudendo la top-ten della classifica assoluta davanti i compagni di squadra Valerio Rizzo e Giuseppe Buscemi, anch’essi su 106 di classe A6.
Gara difficile per Giovanni Celesti e Marco Pollicino, quindicesimi assoluti su Renault Clio super 1600.
Bel successo in gruppo N per i fratelli Francesco e Jessica Miuccio sulla Renault Clio Williams, malgrado un guasto all’alternatore dopo tre “piesse”, subito risolto.
Un altro successo è arrivato dalla classe K10, grazie a Mario Lisa e Salvatore Giorgianni, a loro agio a bordo della loro piccola ma potente Peugeot 106.
Gara tutta in salita per la Peugeot 106 di Giuseppe Arena e Andrea La Bella, subito alle prese con una pesante penalità di sei minuti per essere arrivati in ritardo allo start della prima prova speciale.
Tirando le somme, è stata una gara che ha regalato al team di Santa Teresa di Riva gioie e dolori, tempi che gli hanno consentito di ottenere la seconda posizione nella speciale classifica dedicata alle scuderie.

Top Ten del 13° Rally del Tirreno: 1 Bergantino – Di Vincenzo (Peugeot 207 S2000) in 56’03″3; 2 Nucita – Savo (Peugeot 207 S2000) a 9″9; 3 Rizzo – Pittella (Peugeot 207 S2000) a 16″0; 4 Coriglie – Grilli (Renault Clio S1600) a 1’22″1; 5 Armaleo – Armaleo (renault Clio S1600) a 1’23″0; 6 Bruno – Giacobbe (Renault New Clio) a 1’44″3; 7 Gangemi – Ordile (Peugeot 106 1.6 16V) a 3’41″3; 8 Rizzo – Ilacqua (Renault New Clio) a 3’56″3; 9 Calderone – Paolella (Peugeot 106 1.6 16V) a 4’00″7; 10 Toscano – La Torre (Peugeot 106 1.6 16V) a 4’23″9.

Giuseppe Natoli

comment closed